SOS CORICCHEDDOS DE NUGORO

P1000918
bandiera spagnola - 2
MIRA EN ESPAÑOL

SOS CORICCHEDDOS DE NUGORO non sono dei semplici  e  raffinati dolcetti, ma sono delle piccole “opere d’arte”.

Sono bellissimi, oltre ad essere buonissimi,  i preziosi disegni (sembrano fatti di filigrana sarda ) appagano la voglia di dolce degli occhi e allo stesso tempo inquietano per il solo fatto che di li a poco verranno frantumati dai denti, donando così anche al palato quelle sensazioni già offerte alla vista.

Queste “opere d’arte”  vengono tradizionalmente riservati ai rinfreschi nelle occasioni più importanti, come matrimoni e battesimi. La pazienza certosina richiesta per la loro produzione, fanno si che ancora oggi siano davvero in poche le persone capaci di farli.

Veniamo alla ricetta.

INGREDIENTI PER 20/25 CORICHEDDOS:

Per la pasta:

 

  • 350 g di farina 00
  • 20/30 g di Strutto
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • Acqua Q.B.
  • 1 pizzico di sale

 

Per il ripieno:

 

  • 250 g di miele
  • 250 g di mandorle dolci pelate
  • La scorza di 2 arance piccole
  • 1 pizzico di zafferano

Per la decorazione:

 

  • Trazzea in sardo cioè perline colorate e argentate.

    PREPARAZIONE:

    Disponete la farina a fontana sulla spianatora versatevi lo zucchero sciolto in acqua , lavorate l’impasto fino ad ottenere una massa morbida e liscia, ora aggiungete un poco alla volta lo strutto. Formate una palla, avvolgetela in un canovaccio e fatela riposare per circa 30 minuti in frigo.

    Sbucciate le arance con l’apposito attrezzo o con il pela patate facendo attenzione a eliminare la parte bianca amara, mettete la scorza di arancia nel forno a 60° C fino a quando la scorza non è completamente asciutta. Tritatela e tenetela da parte.

    Prendete  le mandorle e ponetele nel robot da cucina e tritate finemente, dovete però evitare che si surriscaldi troppo il robot perché le alte temperature favoriscono la fuoriuscita dell’olio di mandorla, oppure potete usare una macina a manovella inserendo due dischi contrapposti in modo da ottenere un trito fino.

    Passate al setaccio e nel caso rimacinate  le parti più grosse.

     

    Versate il miele in una casseruola, quindi  aggiungete la scorza d’arancia tritata, lo zafferano e portate il tutto ad ebollizione, versate ora  le mandorle tritate e fate cuocere a fuoco dolce per circa 15/20 minuti, fino a quando il composto si sarà addensato (una densità tipo la polenta).

    Versate questa “polenta” su un piano (può essere anche la leccarda da forno) sul quale avete posto un ampio pezzo di  carta da forno e lasciate freddare.

    Quando il composto si sarà freddato copritelo con altro foglio di carta forno avente le stesse dimensioni del primo, ponetelo su la spianatora e utilizzando un mattarello spianate il composto sino ad ottenere uno spessore uniforme di circa 6/8 mm.

    Utilizzando una forma media da biscotto  a forma di cuore stampate quanti più cuori riuscite a formare, prendeteli e sistemateli su un vassoio di cartone foderato con carta da forno.

    Ripetete le operazioni sopra descritte con i ritagli  del composto in modo da ricavarne altri cuori.

    Prendete la pasta dal frigo e lavoratela con le mani per far riprendere la morbidezza, utilizzate la macchina per tirare la sfoglia, e inserite i pezzi di pasta più volte partendo con lo spessore più grosso sino ad arrivare con l’ultimo passaggio allo spessore più fino  (spessore 4 o 5).

    Ritagliate la pasta a strisce,ponete il cuore formato in precedenza sopra una striscia e prendete un’altra striscia utilizzate la forma più piccola a forma di cuore prendete il cuore appena formato e mettetelo tra i ritagli, prendete la sfoglia con il cuore in “negativo” e disponetela al centro di quello di mandorla ora facendo attenzione fate  aderire da sfoglia superiore a quella inferiore. Sigillate comprimendo bene e ritagliate con una rotella da pasta dentata tenendo la stessa distanza dal cuore di mandorla.

    Per la decorazione potete utilizzare delle pinzette, delle forchettine, dei carezzadenti, tappi  ecc ecc. L’importante è dare sfogo alla propria fantasia fantasia.

    Ponete i cuori dentro una teglia foderata di carta forno, poco prima di infornare ponete “sa trazzea” cioè le perline colorate nella parte centrale  oppure nelle decorazioni infornate in forno cottura tradizionale a 150°C per 15-20 minuti e una volta che si saranno freddati…..

    P1000919
    P1000918

  • P1000917

    BUON APPETITO.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *